Cattedrale di S. Maria Assunta
Italia - Calabria - RC - Reggio Calabria
 
Tipologia
Bene Architettonico
 
Descrizione
La Cattedrale di Reggio Calabria è la chiesa-madre dell' Arcidiocesi Reggio Calabria-Bova ed il più vasto edificio sacro dell'intera Calabria. L'attuale struttura sorge su progetto dell'ing Padre Carmelo Umberto Angiolini ; è vasta 94me tri di lunghezza,26 di larghezza e 21 di altezza, sopraelevata rispetto alla piazza alla quale si raccorda con una scalinata, sulla quale furono collocate nel 1936 le due statue di San Paolo (sx) e Santo St efano di Nicea (dx), opere dello scultore Francesco Jerace. Dedicata a Mar ia SS.ma Assunta ed elevata a Basilica minore da Papa P aolo VI (1978), la Cattedrale presenta il prospetto principale in stile neo-romanico, scandito da quattro torrette, e caratterizzato da un protiro centrale nel quale si apre il portale in bronzo. Il prospetto è sottolineato da un loggiato che corre sotto la trabeazione. L'interno, ampio e luminoso, presenta un imponente impianto basilicale a tre navate interrotte da tre transetti che creano un alternarsi di pieni e vuoti destinati ad ospitare le cappelle laterali. I l presbiterio è elevato rispetto all'aula e raccordato ad essa da ampia scalinata; l'altare basilicale, di forma ellissoidale, è rivestito da pannelli bronzei raffiguranti episodi del Vecchio e del Nuovo Testamento , opera dello scultore A.Berti. In fondo all'abside è l'altare maggiore in stile romanico realizzato in marmi policromi; davanti ad esso la Cattedra arcivescovile, opera dello scultore A. Monteleone. Nell' abside poligonale si aprono ampie vetrate le cui decorazioni riproducono soggetti mariani. Dal vecchio Duomo provengono i monumenti funebri degli arcivescovi reggini Mons. Annibale D'Afflitto (1593-1638), Matteo De Gennaro (1660-1674) e Gaspare Ricciulli del Fosso (1588), attribuito a Rinaldo Bonanno. Parimenti, dalle cappelle della Cattedrale '800esca, i dipinti di C. Maria Minaldi raffigurante la Consacrazione di Santo Stefano da Nicea (1823) e Giuseppe Crestadoro raffigurante l'Assunta, pala dell'antico altare maggiore. Circa le notizie relative alla Cattedrale ai primordi dell'era cristiana, la tradizione riferisce di un primo tempio cristiano costruito sulle rovine di un tempio pagano dedicato ad Apollo Maggiore. Ma le prime notizie relative alla Cattedrale si possono desumere dalle Visite Pastorali. Nella seconda metà del '500 la Cattedrale, come anche altri edifici della città, v enne danneggiata dalle scorrerie turche e più volte ricostruita dai vari vescovi che, tra restauri ed abbellimenti, ne definirono l'aspetto rimasto immutato fino al terribile flagello del 1783. I lavori di ricostruzione della nuova Cattedrale iniziarono nel 1790 e l'inaugurazione avvenne il 1 0 settembre del 1796;in verità le opere di abbellimento delle cappelle s i protrassero e solo nel 1804 fu completata la facciata e gli stessi lavor i di finitura, compresi quelli relativi alla Cappella del SS Sacramento, ripresi nel 1820 e proseguiti via via. Dopo il terremoto del 1908 Mons. De Rousset decise di costruire un nuovo tempio, seppure i danni subiti non fossero tali da consigliarne la demolizione. Fece così rientrare la Cattedrale nell'elenco degli edifici inutilizzabili e diede il via ai lavori di demolizione e ricostruzione della nuova Cattedrale, prevista più a sud dell'antica. Il 15 luglio del1917 iniziarono i lavori; il progetto di Padre Angiolini si ispirò ala concezione delle grandi basiliche di età normanna, e previde, fortunatamente, la rimozione delle splendide tarsie seicentesche della Cappella del SS. Sacramento, da ricostituirsi nel nuovo Duomo, insieme ad altri straordinari lavori in marmo, quale il pulpito di Francesco Jerace.
 
 
Galleria fotografica
Mappa
mappa

Atlante dei Beni Culturali della Calabria 2012 © - Tutti i diritti sono riservati
Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di piu' o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie