Beni Architettonici segnalati >> Torre Normanna
Italia - Calabria - CS - San Marco Argentano

Tipologia
Bene Architettonico

Descrizione
La torre normanna di San Marco Argentano è una delle più importanti testimonianze della presenza e del dominio normanno in Calabria.
Fu costruita da Roberto il Guiscardo intorno alla seconda metà dell’XI sec. come torre di avvistamento a difesa della valle del fiume Fullone.
Successivamente, sotto il dominio svevo, ebbe funzione di carcere ed in seguito, alla proprietà della torre si succedettero i vari signori e feudatari del luogo. “Appartenne ai Guasto (1214), ai De Agot (1283), ai Samgineto (1334), ai Sanseverino (1449), ai Gaetani (1612), agli Orsini e agli Spinelli (1686-1806). Subì rimaneggiamenti nel XIII sec., nel XV sec. e nel XVIII sec.
L’imponente torre, realizzata in “pietra calcarea appena sbozzata e pietre squadrate di tufo” ha pianta circolare, è “coronata da beccatelli” e si presenta “inglobata in un’ampia controscarpa”. Questa “ha una circonferenza di 90 m alla base ed è alta 17 m. Una torretta rettangolare alta 16 m dà accesso alla controscarpa e alla torre cilindrica mediante due ponti levatoi in legno. La torre cilindrica ha un diametro di 44 m ed è alta 24 m. Presenta cinque livelli sovrapposti collegati da una scala ricavata nella muratura ed è illuminata da feritoie. La quinta sala, più larga, ha la volta semi sferica ribassata”.
I piani in cui è suddivisa avevano funzionalità diverse: il pianterreno era adibito a deposito per l'approvvigionamento alimentare, il primo piano fungeva da prigione, il secondo piano ospitava la sala delle armi, il terzo quella delle udienze ed il quarto era la dimora privata del principe.
Nonostante le varie calamità naturali che hanno interessato la Calabria, la torre gode di un discreto stato di conservazione.
Si ricordano gli interventi di restauro della metà degli anni ’50 “eseguiti dalla Casmez” e consistenti “nel consolidamento e ripresa della muratura con ricostruzione dei beccatelli”.

Fonti bibliografiche:
Calderazzi A. - Carafa R. (a cura di), La Calabria fortificata. Ricognizione e schedatura del territorio, Vibo Valentia, 1999
 
Mappa
mappa

Atlante dei Beni Culturali della Calabria 2012 © - Tutti i diritti sono riservati
Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di piu' o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie