Beni Architettonici segnalati >> Torre Pallotta
Italia - Calabria - CS - Altomonte

Tipologia
Bene Architettonico

Descrizione
La torre Pallotta, ubicata sul lato ovest del castello di Altomonte di cui forse una volta ne era il mastio, si presenta oggi chiusa su tre lati da edifici bassi.
La torre, classico esempio di torre normanna, rientra nel sistema di fortificazione creato dai normanni a difesa delle coste calabresi. Torre Pallotta è particolarmente interessante perché si configura nel primo stile architettonico utilizzato dai normanni per la costruzione di torri di guardia, infatti in un secondo periodo i normanni iniziarono ad imitare la forma circolare, utilizzata dai saraceni; la classica forma quadrata è invece un modello architettonico del loro primo periodo. La torre venne infatti fatta costruire da Roberto il Guiscardo, agli inizi della dominazione normanna e “subì rimaneggiamenti in epoca sveva con la introduzione al secondo livello di bifore molto eleganti realizzate con conci di tufo ben lavorati e di una cornice marcapiano in pietra”. Realizzata con muratura di pietrame di fiume posto con corsi regolari e conci di pietra di tufo squadrata agli angoli, la torre ha pianta quasi quadrata (12,35x12,10 m) e raggiunge un’altezza di 13,00 metri. “Si compone di un vano seminterrato una volta adibito a cisterna in cui erano convogliate, con un interessante sistema di canalizzazione, le acque del castello e di tre livelli superiori. Al 2° e 3° livello i profondi squarci delle finestre presentano panche in muratura”.
La torre nel 1269 ,  dopo essere stata ristrutturata, venne eletta a dimora personale da Guglielmo Pallotta da cui prende il nome.
Altre migliorie furono effettuate da Filippo Sangineto. La torre fu abitata fino agli inizio del secolo scorso.
“Nel 1978 la Soprintendenza della Calabria ha ricostruito il tetto e nel 1988 è stato realizzato il consolidamento delle strutture portanti, dei solai, scale, infissi, pavimenti”.

Fonti bibliografiche:
Calderazzi A. - Carafa R. (a cura di), La Calabria fortificata. Ricognizione e schedatura del territorio, Vibo Valentia, 1999


Galleria fotografica


 
Mappa
mappa

Atlante dei Beni Culturali della Calabria 2012 © - Tutti i diritti sono riservati
Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di piu' o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie