Beni Architettonici segnalati >> Chiesetta di Piedigrotta
Italia - Calabria - Vibo Valentia - Pizzo

Tipologia
Bene Architettonico

Descrizione
La storia di questa Chiesa si snoda tra leggenda e fatti realmente accaduti.
La prima narra che intorno alla metà del 1600 una nave proveniente da Napoli con a bordo il quadro della Madonna di Piedigrotta, venne colta da una tempesta violenta. L’intero equipaggio iniziò a pregare intensamente rivolgendosi  al quadro che era collocato nella sua cabina. Scampati alla tempesta e approdati su una spiaggia di Pizzo, decisero di scavare nel tufo una chiesa e dedicata alla Madonna che li aveva graziati, deponendovi la sacra effige.
La storia invece racconta che verso la fine del 1800 un artista di Pizzo, Angelo Barone, iniziò un’ opera certosina, portata avanti ogni giorno, anno dopo anno, con la volontà di ingrandire la grotta che è poi diventata l’attuale chiesetta. Alla sua morte, il figlio, Alfonso, smise di fare il pittore e il fotografo e per 40 anni proseguì il lavoro iniziato da suo padre. Verso la fine degli anni ’60, un loro nipote, Giorgio Barone, tornato per le vacanze estive dal Canada dove si era trasferito, divenuto nel frattempo un bravo scultore, rimise in sesto alcune statue che in anni precedenti erano state oggetto di atti vandalici, e scolpì due medaglioni raffiguranti Papa Giovanni e John Kennedy.

Galleria fotografica



 
Mappa
mappa

Atlante dei Beni Culturali della Calabria 2012 © - Tutti i diritti sono riservati
Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di piu' o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie