Beni Architettonici segnalati >> Castello di Amendolara
Italia - Calabria - CS - Amendolara

Tipologia
Bene Architettonico

Descrizione
“Il castello dell’XI secolo, costruito su una preesistenza longobarda, è a pianta triangolare con torri negli angoli e fossato antistante con ponte in muratura. Di fondazione normanna, subì numerose trasformazioni in epoca sveva, angioina e aragonese, oltre le ultime del 1820. L’interno con corte, magazzini e scale di accesso ai primi livelli presenta un lungo e panoramico colonnato neoclassico”.
La fortificazione fa parte di quella rete di castelli eretti su tutta la costa dai longobardi per scopi di avvistamento e difesa. Di importanza strategica, in quanto situato sulla strada che collegava Mileto, capitale normanna, con la Puglia, il castello, costruito da Roberto D'Altavilla detto “il Guiscardo”, venne restaurato ed abbellito in epoca sveva da Federico II d’Altavilla che lo elesse a “domus imperialis”. Qui Federico II vi trascorreva periodi di riposo durante i quali si dilettava alla caccia con il falco ed è per questo motivo che una contrada del territorio di Amendolara prende il nome di “falconara”. In seguito il castello divenne proprietà dei vari nobili che guidarono il feudo di Amendolara finché il terremoto del 1783 non lo danneggiò seriamente. 

Fonti bibliografiche:
Calderazzi A. - Carafa R. (a cura di), La Calabria fortificata. Ricognizione e schedatura del territorio, Vibo Valentia, 1999
 
Mappa
mappa

Atlante dei Beni Culturali della Calabria 2012 © - Tutti i diritti sono riservati
Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di piu' o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie